Home |
Category:
Choose the category

11 June 2021

Scenario post-Covid 19, opportunità e prospettive per il vino italiano secondo UniCredit

L’industria italiana del vino resiste all’impatto della crisi economica determinata dal Covid-19. Si dimostra più resiliente delle attese e difende il suo primato di ambasciatore d’eccellenza del Made in Italy puntando sulle leve strategiche di e-commerce, sostenibilità, diversificazione e internazionalizzazione.

Sono queste, in sintesi, le principali evidenze emerse dall’Industry Book 2021 di UniCredit dedicato al settore del vino. Il quadro che emerge dall’analisi UniCredit dello scenario post pandemico è complesso: al fatturato mondiale 2020 del settore che, secondo le prime stime, avrebbe accusato una flessione del 12% fa da contraltare la sostanziale tenuta dei consumi mondiali, calati solo del 3% rispetto al 2019.

In questo contesto il vino italiano pur avendo registrato nell’anno passato una performance negativa (si stima un calo dei fatturati del 10-15%, con situazioni individuali però molto differenziate tra loro), ha mostrato comunque segnali incoraggianti. In primis il dato dell’export: l’Italia, secondo esportatore mondiale, è il Paese che ha sofferto meno (-2%); un dato che acquisisce valore se comparato al -11% della Francia, nostro principale competitor.

Un’altra evidenza positiva riguarda il “boom” dell’e-commerce per gli operatori italiani, le cui vendite sono più che raddoppiate (+106% a/a), con un giro d’affari tra i 150 e i 200 milioni di euro (2% delle vendite globali). Nel 2020 l’online è stato il canale di acquisto scelto da 8 milioni di wine user (27% del totale contro il 17% del 2018). I protagonisti del settore sono i pure player (portali e siti dedicati al solo segmento vino) che generano l’80% delle vendite.

Vista la centralità del settore per l’economia italiana, UniCredit ha deciso di rafforzare ulteriormente gli interventi di supporto che da sempre garantisce agli operatori della filiera vitivinicola italiana.

Ad esempio, per favorire una sempre maggiore flessibilità ed omnicanalità, raggiungendo anche i mercati esteri ad alto potenziale, la banca ha di recente lanciato UniCredit Easy Ecommerce, una soluzione chiavi in mano e a costo contenuto per fornire ai propri clienti un sito e-commerce completamente operativo e personalizzato in base alle singole esigenze.

UniCredit ha inoltre siglato nelle scorse settimane una partnership con Federdoc e VALORITALIA, con l’obiettivo di favorire l’accesso al credito per le aziende vitivinicole: grazie all’accordo, la banca mette a disposizione delle aziende appartenenti al settore nuovi finanziamenti garantiti da “Pegno Rotativo” su prodotti vitivinicoli DOP e IGP. Si tratta di una soluzione di finanziamento innovativa che consente di effettuare una valutazione puntuale delle scorte di vino da affinamento e di convertirle in garanzie utili per ottenere nuove linee di credito a breve e medio termine.

Questi nuovi strumenti ampliano ulteriormente il già ricco ventaglio di soluzioni offerte da UniCredit alle aziende vitivinicole italiane, ambasciatrici d’eccellenza del Made in Italy nel mondo.

 

GUARDA l'intervista a Andrea Casini, Responsabile Corporate Italia UniCredit "Impatto Covid 19 - Trend e prospettive per il vino italiano"