Wine News25 gennaio 2018

La Doc Valpolicella compie 50 anni e l'Associazione delle Famiglie Storiche, che unisce 13 realtà top, festeggia con degustazioni di annate storiche di Amarone e di altri grandi vini del territorio in due Paesi "fan", il Canada e gli Stati Uniti

La Doc Valpolicella compie 50 anni, e l'Associazione delle Famiglie Storiche (di cui fanno parte cantine come Allegrini, Begali, Brigaldara, Guerrieri Rizzardi, Masi, Musella, Speri, Tedeschi, Tenuta Sant'Antonio, Tommasi, Torre D'Orti, Venturini e Zenato, 13 etichette simbolo del vino veneto, www.famigliestoriche.it), gli ha organizzato un compleanno itinerante nei mercati che più lo amano e lo apprezzano. Così è partito il tour promozionale con protagonista l'Amarone e i grandi vini della Valpolicella tra Canada e Stati Uniti, con degustazioni di annate storiche a Montréal e a New York.
Il 29 gennaio, all'Institut de Tourisme et d'Hotellerie du Québec, trade, stampa specializzata e altissimi conoscitori potranno partecipare a una degustazione verticale di Amarone, con annate dalla 2010 alla 1988: la Masterclass sarà moderata dal famoso giornalista franco-canadese Jacques Orhon, fondatore dell'associazione canadese dei sommelier professionisti, premio Masi 2011. Il 31 gennaio invece sarà il gruppo Batali&Bastianich, presso il Ristorante Del Posto di New York, a ospitare le Famiglie Storiche con un seminario articolato su tre grandi annate di Amarone (2009, 2010, 2011), coordinato da Jeff Porter, Beverage Director del B&B Ospitality Group.
"L'Amarone regala grandi soddisfazioni: complessivamente - precisa Pierangelo Tommasi, vice presidente delle Famiglie Storiche - in tutte le province del Canada, sono state vendute, nel 2017, 900.000 bottiglie, con un aumento del 7% sui 12 mesi precedenti. Negli ultimi 12 mesi, l'Amarone venduto in Canada ha raggiunto un fatturato di 35.000.000 di dollari canadesi, di cui 17.900.000, più del 51%, è generato dalle vendite di Amarone prodotte dalle Famiglie Storiche, che in volume rappresentano il 45%".
"Gli ultimi sei anni sono stati importantissimi per il mercato americano dell'Amarone - dichiara Alberto Zenato, vice presidente delle Famiglie Storiche - il consumatore statunitense apprezza sempre più vini ottenuti da uvaggi e l'Amarone appartiene a questa categoria. Sono circa 1.500.000 le bottiglie di Amarone che raggiungono gli Stati Uniti, registrando una crescita continua dal 2012 ad oggi".