Wine News23 ottobre 2019

Il vino italiano in Russia, con Vinitaly, per consolidare la sua posizione di leadership

Confermare e consolidare la leadership del vino italiano in Russia, dove l'export delle cantine del Belpaese vale il 30% del mercato, e, secondo i dati Istat, tra gennaio e luglio 2019, ha toccato i 56,5 milioni di euro tra vini fermi e bollicine, in netta crescita sui 48,5 milioni di euro dello stesso periodo 2018: è l'obiettivo di Vinitaly Russia, edizione n. 16, che porterà il meglio del vino italiano a Mosca, il 28 ottobre, alla presenza dell'Ambasciatore italiano in Russia, Pasquale Terraciano, con masterclass che coinvolgeranno oltre 60 cantine e 20 player del mercato russo, con focus su Piemonte, Toscana, Abruzzo e Sicilia, ed a San Pietroburgo, il 30 ottobre, in un "walk around tasting", che avrà per protagonisti 28 produttori e 16 importatori, con la "benedizione" del Console Generale Italiano a San Pietroburgo, Alessandro Monti.