Wine News14 febbraio 2018

Dalle viscere della terra riemerge un tesoro enoico di (almeno) 118 anni fa: 20 bottiglie di Champagne della storica maison Pol Roger, ritrovate nei lavori di ampliamento, su un terreno dove nel 1900 collassò una struttura della cantina

Dalle viscere della terra riemerge un tesoro enoico di (almeno) 118 anni fa: 20 bottiglie di Campagne della storica maison Pol Roger, ritrovate il 15 gennaio 2018, rimaste sepolte dopo il crollo di una delle antiche strutture della cantina, nel febbraio del 190, quando andarono distrutte 1,5 milioni di bottiglie e oltre 500 botti. Una scoperta fatta quasi per caso, nei lavori che Pol Roger sta eseguendo per la realizzazione di un nuovo impianto della cantina, proprio sulla stessa porzione di terreno, e durante degli scavi.
--BANNER--"I vini sono puliti e i livelli del vino in bottiglia sono corretti - spiega l'azienda in una nota - e anche se nessuno può stabilire con esattezza di che annata si tratta (si ipotizza tra il 1887 ed il 1898), si capisce che i vini hanno ancora i loro lieviti e dovranno essere degorgiate prima di essere assaggiate".
E chissà che non emergano altre bottiglie: gli scavi sono stati messi in pausa perchè le cave di gesso sono attualmente saturate di acqua, e la Maison ha ingaggiato una squadra di esperti me mettere tutto in sicurezza, e proseguire gli scavi appena possibile (https://goo.gl/SYhzwJ).