Wine News16 gennaio 2018

Arriva l'"ora X" per l'acquisizione di Freixenet da parte di Henkell? Secondo rumors raccolti da "Drinks International" il board del produttore catalano sarebbe pronto a dare l'ok per il passaggio del 51% del capitale sociale, per 250 milioni di euro

Giunge - forse - al capitolo finale la lunga vicenda che vede da quasi due anni la tedesca Henkell, la società dedicata al settore wine & spirits della colosso alimentare Dr. Oetker, in forse per divenire l'azionista di maggioranza assoluta di Freixenet, il produttore di bollicine più grande al mondo. Un'acquisizione, quella di Henkell, complicata dall'incertezza del quadro politico a valle della spinosa situazione politica sviluppatasi tra Catalogna e governo spagnolo, e che sembrava essersi risolta definitivamente, come riportato da WineNews (https://goo.gl/qzyRA9), lo scorso novembre, con la notizia dell'assenso degli azionisti del gruppo di Sant Sadurni d'Anoia all'operazione, ma che è rimasta nel limbo delle possibilità, presumibilmente sempre a causa del clima di forte incertezza politica che si respira nella patria del Cava.
Fino ad oggi, almeno stando a quanto riportato dal magazine di settore "Drinks International" (www.drinksint.com), che citando una propria fonte locale afferma che il consiglio di amministrazione di Freixenet si riunirà a breve per aggiungere il proprio assenso a quello degli azionisti: secondo la testata catalana "Economía Digital" (www.economiadigital.es), Henkel si sarebbe offerta di acquisire il 51% del capitale di Freixenet per una somma quantificabile in circa 250 milioni di euro, e prenderebbe il controllo effettivo del produttore nel prossimo maggio, alla conclusione dell'anno fiscale 2017-2018.